Incontro, Festival
TIRITEMPO

Un progetto intergenerazionale

ingresso libero senza prenotazione sino ad esaurimento dei posti disponibili

Racconto di un’esperienza di teatro intergenerazionale con

ANNA FASCENDINI, GIUSI QUARENGHIMARTA MALGARISE

Coordina EMANUELE ORTU

Tiritempo è un progetto nato dall’incontro fra la regista e attrice Anna Fascendini, da anni impegnata in progetti di teatro intergenerazionale, il Festival Tuttestorie con la sua forte vocazione comunitaria e il gruppo di operatrici, operatori e anziane/i ospiti dell’Opera Don Orione di Selargius. In più, siccome ci piace creare relazioni e dialoghi, Tiritempo ha incrociato sul suo cammino Rughe, Rigagnoli, Fossi, Fossette, un progetto a cura di Elena Iodice, con fotografie di Daniela Zedda e la collaborazione del Progetto Outsiders. Quaranta anziane/i ospiti del centro diurno e della Comunità alloggio sono stati fotografati per divenire volti/paesaggi, ispirati al lavoro dell’artista Tullio Pericoli, nelle opere realizzate dalle classi della Direzione Didattica S.Caterina di Cagliari.

Abbiamo voluto indagare il tema del tempo attraverso il gioco del teatro per fare di un’esperienza artistica un’esperienza di cambiamento individuale e collettivo. Partendo dal principio che non si è mai troppo vecchi per imparare, né troppo giovani per insegnare, bambine/i e anziane/i insieme ci sono sembrati già una risposta al tema. Terreno d’incontro possibile è il presente, l’adesso, ciò che accade qui e ora, ciò che viviamo attraverso i sensi. Come i bambini piccoli, anche gli anziani, soprattutto se malati di Alzheimer, non hanno un’idea temporale riconoscibile e percorribile in modo lineare. Il prima e il dopo si mischiano e si sovrappongono, in una circolarità che non ha misura. Il progetto si realizzerà attraverso diverse esperienze artistiche che coinvolgeranno l’intera comunità del festival.

EXMA – Sala Zizù

Repliche
Prenota
TIRITEMPO

5,00